Le ultime novità

News

15

ott 2018

Il nostro Piano B: i vini australiani di Plan B. Sabato 20 ottobre 2018, dalle 11,00 alle 13,00. Degustazione gratuita

Pubblicato da / in News / Nessun commento

Questa settimana andiamo dall’altra parte del globo, in Australia. I vini australiani dell’azienda Plan B! sono infatti l’ultima new entry delle nostre importazioni dirette.

L’Australia si è affacciata da pochi decenni, con crescente successo, sui mercati internazionali del vino, ma la presenza della vite e della produzione vinicola risale a più di due secoli addietro.

La coltivazione della vite è concentrata quasi esclusivamente nelle regioni del Sud, i vitigni coltivati sono, ovviamente, quelli provenienti dall’Europa e, dato che pochi conoscono, l’Australia è l’ottavo produttore al mondo di vino. I vini australiani sono in genere caratterizzati da uno stile moderno, senza schemi. Non avendo grandi tradizioni da rispettare i produttori si impegnano in sperimentazioni anche estreme, uso di tecnologie avanzate, blend e uvaggi di ogni tipo.

L’azienda che abbiamo scelto si chiama Plan B! Wines è una joint venture tra Terry Chellappah, consulente del vino e musicista, Bill Crappsley, un enologo veterano e Andrew Blythe “diplomatico del vino”. L’area di produzione è la Western Australia, precisamente Margaret River e Frankland River, a 4 ore di macchina a sud di Perth (così si esprimono le distanze in Australia). I vitigni coltivati vanno dallo Chardonnay allo Shiraz, dal Tempranillo al Cabernet Sauvignon, dal Viognier al Sangiovese, dal Riesling al Mourvedre. Anche in cantina si utilizzano tecniche evolute ed insolite come quella di far rifermentare le fecce di un’uva bianca per conferire profumi ad un vino rosso. 

Queste le parole con cui Plan B si presenta:

I nostri vini sono fonte d’ispirazione ovunque le brave persone si riuniscano attorno al tavolo, in cucina o al bar per raccontare storie inverosimili mentre altri guardano increduli. Dove si rompono le basi scientifiche, vengono scritti capolavori letterari e orchestrati grandi spartiti musicali. Tutto su un bicchiere o due di vino di Plan B!  Come sempre, il nostro impegno ed il lavoro della nostra vita è produrre e proporre ii nostri vini liberi, senza influenze imposte dalle grandi aziende.

Due i vini che assaggeremo sabato, un bianco ed un rosso di grande espressività:

Margaret River Chardonnay 2015. Questo è uno Chardonnay fermentato e stagionato dalla meravigliosa regione di Margaret River in Australia Occidentale. Margaret River è famosa in tutto il mondo per la produzione di eccellenti Chardonnay belli, eleganti e lunghi. Provenienti dalla sub-regione Wallcliffe nella parte più fredda del distretto e imbottigliati, mentre sono ancora freschi e vivaci. Maturazione in botte per 10 mesi in barriques francesi per il 14% nuove e l’86% usate. Lo Chardonnay è il re indiscusso dei bianchi e detiene la carta vincente. Il Re è nervoso ed elegante, con un accento minerale e spina dorsale di acidità agrumata. Il mantello di velluto, il volto cremoso e la risolutezza d’acciaio, è tutto lì in una perfetta giustapposizione strutturale.

Western Australia Cabernet Sauvignon/Sangiovese 2016. Il Cabernet Sauvignon proviene dalla splendida valle di Ferguson a Geographe, a 220 metri di altitudine, da pendii profondi ghiaiosi e argillosi esposti a nord-ovest. Un’attenta gestione della chioma permette anche la maturazione fisiologica della frutta e delle bucce. Raccolto fresco e pigiato in tini di fermentazione aperti, lasciato sulle bucce per 10 giorni. Il Sangiovese proviene da Carbanup sul fiume Margaret. Il frutto viene delicatamente schiacciato con una pompa corta per gestire meglio i tannini. Non chiarificato. Matura per 18 mesi in rovere francese nuovo e usato. Un vino per un lungo percorso, una vera Gran Turismo. Ribes nero, prugna fresca, alloro, cuoio e spezie, tannino di foglie di pomodoro a fare da sfondo, una bella struttura di medio corpo e acidità croccante.

Come sempre ad accompagnare i vini, alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 20 ottobre 2018:

Margaret River Chardonnay 2015 € 16,90 invece di € 19,60

Western Australia Cabernet Sauvignon/Sangiovese 2016 € 12,90 invece di € 15,10

 

10

ott 2018

Il piccolo grande Molise dei Tenimenti Grieco. Sabato 13 ottobre 2018, dalle 11,00 alle 13,00. Degustazione gratuita

Pubblicato da / in News / Nessun commento

Il Molise, questo sconosciuto. E’ una regione relativamente giovane dal punto di vista vinicolo ma che, negli ultimi anni sta conoscendo una crescita impetuosa.

Gradito ritorno nelle nostre degustazioni del sabato dell’azienda che ospitiamo questa settimana, Tenimenti Grieco, che nasce dalle ceneri delle Masserie Flocco, cantina di cui era cliente, tra gli altri, Lucio Dalla che passava di qui ogni volta che andava alle Tremiti dove aveva una sua villa-rifugio. E proprio a Lucio Dalla, dopo la sua scomparsa è stata dedicata una delle linee della Tenimenti Grieco: la “Passo alle Tremiti”.

Dal 2014 la famiglia Grieco, dinamici imprenditori pugliesi con esperienze anche nel settore vinicolo, hanno rilevato questa splendida tenuta di oltre 100 ettari, con vigneti digradanti verso il mare, nel comune di Portocannone, proprio di fronte alle Isole Tremiti. Nuovo impulso è stato dato alle produzioni, massima attenzione alle caratteristiche pedoclimatiche dei vigneti, estrema cura nelle vinificazioni e negli affinamenti.

Ampia è la gamma dei vitigni coltivati: si va dall’autoctono Tintilia, ai tradizionali Montepulciano, Aglianico, Falanghina, fino agli innovativi, per queste zone, Chardonnay, Sauvignon, Cabernet Sauvignon, Pinot Bianco, Syrah.

Due i vini che assaggeremo sabato espressione di un vitigno internazionale e di uno autoctono:

Passo alle Tremiti Sauvignon 2017. Il sauvignon blanc, originario della Loira, è uno degli internazionali più diffusi e nel meridione d’Italia sta dando negli ultimi anni risultati sorprendenti. Colore giallo paglierino delicato con rifessi tendenti al verdolino. Caratteristico al naso, con un netto sentore di pesca in apertura, a cui si accompagnano litchi, ginestra, pompelmo, e nel fondo piacevoli accenni di fiori di bosso. L‘attacco descritto da una piacevole acidità, ben equilibrata da una morbidezza avvolgente e da una sapidità spiccata, con un ritorno pulito di pesca e frutti tropicali. Ottima la persistenza gusto-olfattiva. Ottimo con crudi, primi e secondi di pesce, crostacei, carne di pollo, timballo di verdure, formaggi freschi.

Tintilia del Molise 200 metri 2017. E’ uno dei vini di punta dell’azienda. ”200 metri” è l’altitudine minima sul livello del mare imposta dal rigoroso disciplinare di produzione delle “uve di alta collina” destinate alla produzione del Tintilia DOC. Molti ricoscimenti da tutte le guide per questa Tintilia che è tra le più rinomate della regione. Rosso rubino intenso e vivace; il caratteristico profumo speziato anticipa note fragranti di ciliegia, marasca, prugna ed erbe aromatiche. In bocca si presenta morbido ed avvolgente con tannini delicati e una piacevole freschezza. Piacevole anche la persistenza finale con un ritorno di gradevoli note pepate. Abbinamenti gastronomici: primi piatti saporiti, grigliate di carne, formaggi semistagionati e stagionati.

Come sempre ad accompagnare i vini, alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 13 ottobre 2018:

Passo alle Tremiti Sauvignon 2017 € 7,40 invece di € 8,50

Tintilia del Molise 200 metri 2017 € 6,50 invece di € 7,50

 

02

ott 2018

Tenuta Col D’Orcia: un rosso di insolita freschezza ed un Brunello Bio. Sabato 6 ottobre 2018, dalle 11,00 alle 13,00. Degustazione gratuita

Pubblicato da / in News / Nessun commento

Questa settimana ritorna con le nuove annate una azienda storica di Montalcino, Col D’Orcia, situata nella parte meridionale del territorio ilcinese, su colline che guardano la Val D’Orcia, su una proprietà di circa 540 ettari di cui 140 vitati. Questo ne fa una delle aziende più grandi di Montalcino.

La proprietà è stata della famiglia Franceschi almeno dal 1890, data in cui, documenti ufficiali mostrano che i Franceschi, originari di Firenze, acquistarono la proprietà, poi conosciuta come Fattoria di Sant’Angelo in Colle. Nei primi del 1933 la Fattoria di Sant’Angelo in Colle presentò i suoi Brunelli alla “esposizione di vini” (Prima Mostra dei Vini d’Italia) tenutasi a Siena, una delle prime attività “promozionali” presentate in Italia, decine di anni prima che il Brunello divenisse un vino prezioso (di prima classe) di livello internazionale e mondiale. Negli anni 70 la Tenuta Col D’Orcia fu acquisita dalla famiglia piemontese Marone Cinzano.

Dal 2010 l’intera tenuta, dove si coltivano, oltre che Sangiovese anche altri vitigni sia autoctoni che internazionali, è in conversione biologica. Dall’annata 2013 i vini escono con il marchio bio. Il Brunello 2013 uscito quest’anno è il primo con questa certificazione.

Lo stile aziendale è di impostazione classica, i Brunelli ed i rossi vengono invecchiati quasi esclusivamente in botti grandi di rovere. Nel corso della sua lunga storia Col D’Orcia ha ottenuto numerosi riconoscimenti con tutti i suoi vini, ma soprattutto con il suo Brunello più importante che si ricava da uno dei vigneti più famosi di Montalcino: il Poggio al Vento.

Questi i vini in degustazione:

Toscana Rosso degli Spezieri 2016. Composto da uve biologiche di Sangiovese in gran parte e Ciliegiolo che dona frutto e freschezza. E’ il rosso “base” dell’azienda, giovane e di facile beva. Rosso rubino intenso, con riflessi violacei, ha profumi fruttati, con spiccate note di mora, ciliegia e violetta, con sfumature prese dal breve passaggio in legno. Sapore morbido e piacevole, con tannini discreti e retrogusto sapido e fruttato. Versatile vino da tutto pasto, ottimo con primi piatti saporiti grigliate di carne.

Brunello di Montalcino 2013. Ottenuto da sole uve Sangiovese grosso di particolari cloni, si affina per 3 anni in botti grandi di rovere di Slavonia e matura 1 anno in bottiglia. Rosso rubino, con riflessi granati. Al naso è ampio e complesso, con intense note di frutti rossi maturi e prugna integrate con le spezie cedute dalla botte. Sapore: rosso di ottima struttura, presenta tannini morbidi e maturi, in equilibrio con le note evolutive donate dal lungo affinamento in legno. Retrogusto sapido pieno e persistente, piacevolmente fruttato. Da abbinare a piatti di carne importanti, brasati o arrosto, selvaggina anche accompagnati da funghi o tartufi. Ma anche formaggi stagionati e/o erborinati. Piatto d’elezione: stracotto di cinghiale.

Come sempre ad accompagnare i vini, alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 6 ottobre 2018:

Toscana Rosso degli Spezieri 2016 € 6,00 invece di € 7,40

Brunello di Montalcino 2013 € 29,50 invece di € 34,50

 

ENOGOURMET

Hello world! Please add at least one Widget in "Appearance → Widgets to Footer Sidebar #2
Hello world! Please add at least one Widget in "Appearance → Widgets to Footer Sidebar #3
Copyright © - Enogourmet - Via Vado del Tufo, 33 03100 Frosinone Tel. 0775 880095 fax 0775 835681 P. iva 02512060605