Amava il vino fin dall’infanzia. Amava la forma delle bottiglie e, naturalmente, i nomi romantici e le immagini delle belle case padronali sulle etichette, il legame con i fiumi e le colline, con i climi e le annate calde e la gamma di conoscenze e di esperienze consentite dall’infinita varietà dei vini. Ma ciò che amava di più era il sapore di pesca e di terra, di caprifoglio e di lampone, di spezie e di cedro, di ciottoli, di tartufi e foglie di tabacco; e la felicità, l’estasi quieta che si diffonde nel cuore, nelle membra e nella mente. Sybille Bedford

Sabato 18 giugno 2016 dalle 11 alle 13. Degustazione gratuita

Cominium: il Maturano cresce e diventa anche spumante. La nuova annata del Cabernet Satur

Sabato a chilometri pochi. Nella verde Valcomino a riassaporare di nuovo i vini di Armando e Maria Pinto con la novità delle bollicine di Maturano.
Cominium è una realtà ormai consolidata ed i suoi vini stanno guadagnando consensi sia in Italia che all’estero. Armando (braccia utilmente sottratte all’economia e proficuamente donate all’agricoltura) continua a credere nelle potenzialità del territorio ed in particolare nella riscoperta del Maturano, oltre alla realizzata valorizzazione del Cabernet. L’azienda, tra l’altro, è in conversione al biologico.

Tre i vini in degustazione questo sabato che ci verranno illustrati direttamente da Armando:

Maturano Spumante Extra Dry uscito quest’anno per la prima volta è una bollicina charmat dai delicati profumi di frutti esotici e mela su un fondo di erbe aromatiche. L’effervescenza è gradevole ed in bocca è pieno e morbido con una lieve sottolineatura acida che fa da contrappunto ad un elegante residuo zuccherino. Ottimo aperitivo, perfetto con frutti di mare in insalata.

Maturano 2015 il profumo è fragrante, fruttato con delicati sentori tropicali di ananas e banana, in bocca è pieno, morbido ed in perfetto equilibrio tra le note fruttate, acide e minerali. Vitigno riscoperto da qualche anno, il Maturano è uno dei migliori bianchi della provincia e, sicuramente, tra i più interessanti del Lazio. Bianco estremamente versatile, ideale con piatti di pesce anche complessi.

Atina Cabernet Satur 2013. Imbottigliato da pochi giorni lo assaggiamo praticamente in anteprima. E’ prodotto con l’85% di Cabernet Sauvignon ed il 15% di Merlot. Speziato con sentori frutta secca, pepe verde e liquirizia, miele di castagno. Al gusto è morbido, con tannini dolci ed eleganti in equilibrio con una buona acidità. Finale fruttato dolce e persistente. Ottimo con primi piatti robusti, carni bianche e rosse sia arrosto che in umido o salsate, formaggi stagionati.

In abbinamento proporremo questa settimana una simpatica sfida fra un Pecorino di Picinisco semistagionato del nostro storico fornitore Luigi Crolla di Alvito e un Pecorino Romagnolo a latte crudo stagionato nell’Argilla dell’azienda Romagna Terre di Gambettola (Forlì) : .

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui tre vini in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 18 giugno 2016:

Maturano Spumate Extra Dry € 7,70 invece di € 8,90

Maturano 2015 € 6,40 invece di € 7,30

Atina Cabernet Satur 2013 € 9,50 invece di € 11,00

 

Zafferano in Ciociaria?

Lo sapevi che in Ciociaria si coltiva lo zafferano? Ed anche di ottima qualità? Vieni a scoprirlo da Enogourmet!

Altre news