Amava il vino fin dall’infanzia. Amava la forma delle bottiglie e, naturalmente, i nomi romantici e le immagini delle belle case padronali sulle etichette, il legame con i fiumi e le colline, con i climi e le annate calde e la gamma di conoscenze e di esperienze consentite dall’infinita varietà dei vini. Ma ciò che amava di più era il sapore di pesca e di terra, di caprifoglio e di lampone, di spezie e di cedro, di ciottoli, di tartufi e foglie di tabacco; e la felicità, l’estasi quieta che si diffonde nel cuore, nelle membra e nella mente. Sybille Bedford

Sabato 10 giugno, dalle 11 alle 13. Degustazione gratuita

Grande Novità: la Cantina Bolzano, profumi e freschezza dall’Alto Adige

Con i primi caldi non c’è niente di meglio che rifugiarsi tra le montagne. E noi vi invitiamo tra i vigneti dell’Alto Adige a respirare la freschezza dei suoi vini dai profumi inconfondibili, ospitando una cantina giovane ma con tanta storia, new entry in Enogourmet.

Nel 2001 la Cantina Gries (fondata nel 1908) e la Cantina Santa Maddalena (fondata nel 1930) si sono associate, costituendo così Cantina Bolzano, la più giovane Cantina Produttori dell'Alto Adige. Nuova, ma forte di secolare esperienza. Due cantine riunite, per rilanciare con rinnovato vigore la sfida dei vini di Bolzano.

Siamo nella patria della Schiava e del Lagrein, autoctoni di grande carattere che qui raggiungono vette altissime di qualità. Con tutta la gamma dei suoi Lagrein, in particolare, la Cantina di Bolzano ha ottenuto moltissimi riconoscimenti dalla principali guide di tutto il mondo.

Ma, ovviamente, Bozen produce anche gli altri vini dell’immaginario atesino: dai freschi Pinot Grigio, Chardonnay e Pinot Bianco ai fragranti ed aromatici Sauvignon, Gewurzatraminer, Muller Thurgau e il tipicissimo Sylvaner. Tra i rossi, oltre ai già citati Schiava (Santa Maddalena) e Lagrein, grande attenzione viene riservata al Pinot Nero, al Merlot ed al Cabernet.

In queste valli i soci della Cantina di Bolzano lo sanno da sempre: la qualità del vino inizia già nel vigneto. I vigneti, curati come giardini, sono conosciuti non solo per il loro paesaggio dolomitico: L’uomo ha rispettato la natura, valorizzando sistemi agronomici, tutelando la biodiversità, la tradizione viticola sudtirolese, forte di saperi millenari. Perché già al tempo dei Romani, la vite veniva coltivata nella conca di Bolzano.

Due i vini in degustazione, un bianco ed un rosso giovani, fragrante e croccante espressione della territorialità Altoatesina.

Alto Adige Gewurztraminer 2016. Prodotto con uve provenienti da vigneti situate attorno a Bolzano con altitudine 400/600 metri. Colore: giallo paglierino intenso con riflessi dorati.Sentore: aromatico, rose, litchi, pompelmo, lime, leggere note di buccia d´arancia, chiodi di garofano e cannella. Sapore: pieno, complesso, morbido, di buona freschezza. Abbinamenti: crostacei, piatti speziati della cucina asiatica, formaggi freschi e semistagionati.

Alto Adige Lagrein Perl 2016. Le uve provengono da terreni caldi e sabbiosi situati nella zona di Gries, attorno ai 250 metri di altitudine. Dopo la fermentazione in acciaio, il vino svolge una breve maturazione in botti di quercia. Colore: rosso granato scuro con riflessi violacei. Sentore: fruttato di bacche nere e ciliegia, nota tipica di cacao, florale, speziato e minerale. Sapore: elegante con tannini morbidi e fini. Abbinamenti: carne alla griglia o arrosto e formaggi saporiti.

Come sempre, in abbinamento alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!  

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui vini in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 10 giugno 2017:

Alto Adige Gewurztraminer 2016 11,70 invece di € 13,50

Alto Adige Lagrein Perl 2016 13,50 invece di € 15,60

Altre news