Amava il vino fin dall’infanzia. Amava la forma delle bottiglie e, naturalmente, i nomi romantici e le immagini delle belle case padronali sulle etichette, il legame con i fiumi e le colline, con i climi e le annate calde e la gamma di conoscenze e di esperienze consentite dall’infinita varietà dei vini. Ma ciò che amava di più era il sapore di pesca e di terra, di caprifoglio e di lampone, di spezie e di cedro, di ciottoli, di tartufi e foglie di tabacco; e la felicità, l’estasi quieta che si diffonde nel cuore, nelle membra e nella mente. Sybille Bedford

Sabato 17 febbraio 2018, dalle ore 11 alle 13. Degustazione gratuita

Bricco dei Guazzi, rossi d’autore nel Monferrato Casalese

Bricco dei Guazzi è una splendida tenuta nel cuore del Monferrato Casalese, in provincia di Asti. Il comune è Olivola, piccolissimo centro con meno di 100 abitanti. La proprietà si estende attorno ad una collina (“bric” in dialetto piemontese) ricoperta e circondata da 35 ettari di vigneti. In cima alla collina una stupenda villa cinquecentesca, Villa Guazzo Candiani. Bricco dei Guazzi è l’espressione piemontese della galassia Genagricola, braccio agricolo delle Assicurazioni Generali.

Nei vigneti di Bricco dei Guazzi si coltivano Barbera, Cortese, Chardonnay, Merlot ed un vitigno poco diffuso, l’Albarossa, uva “inventata” dal Dott. Dalmasso, incrociando una varietà locale di Nebbiolo (Nebbiolo di Dronero, detto anche Chatus) con la Barbera, allo scopo di superare alcune criticità dei singoli vitigni. Da pochi anni l’Albarossa è stato ammesso nella Doc Piemonte e Bricco dei Guazzi è la prima azienda in termini di produzione per questo varietà.

Due i vini che assaggeremo sabato: 

Barbera d’Asti DOCG 2015. Una Barbera dall’eccezionale rapporto qualità prezzo. Colore rosso rubino brillante, con sfumature violacee. Al naso esprime sentori caldi e fruttati in cui si ritrovano note di piccoli frutti a bacca rossa e confettura. Al palato è rotondo e pieno, con una rusticità ben domata e una trama tannica fitta e setosa. Appena speziato nel finale, mantiene un’ottima persistenza. Ottimo su primi piatti dal sapore deciso, piatti di carne arrosto, formaggi di media stagionatura. 

Albarossa Piemonte DOC 2015. Riscoperto da un recente passato ha già ottenuto numerosi riconoscimenti. Affina per 14 mesi in barrique. Rosso rubino intenso, quasi impenetrabile. Caldo e avvolgente al naso con intesi aromi di mirtillo e altri piccoli frutti a bacca rossa, mescolati con aromi di caffè tostato e di cuoio. Al palato è rotondo e pieno, grande concentrazione di frutto sorretta da un profilo tannico che lo rende un vino importante ma di grande piacevolezza. Grande rosso per piatti complessi di carne, cacciagione, formaggi stagionati. 

Ad accompagnare i vini, come sempre, alcune specialità dal nostro banco gastronomico fra le quali un altro fantastico formaggio elaborato da Antonello Egizi di Forme d’Autore di Balsorano.                                                                 

Ti aspettiamo! 

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 17 febbraio 2017:                                           

Barbera d’Asti DOCG 2015 € 9,30invece di € 10,60 

Albarossa Piemonte DOC 2015 € 19,00invece di € 22,00

Altre news