Author admin

The most innovative designers consciously reject the standard option box and cultivate an appetite for thinking wrong.

22

nov 2018

Monte del Frà grandi vini veneti dal Risorgimento al futuro. Sabato 24 novembre 2018, dalle 11,00 alle 13,00. Degustazione gratuita

Pubblicato da / in News / Nessun commento

Questo sabato un gradito ritorno di un’altra delle nostre esclusive.

Siamo in Veneto, sulle terre delle battaglie della terza guerra d’indipendenza. L’origine della Tenuta Monte del Frà, a Custoza, frazione di Sommacampagna, si perde nella notte dei tempi fra gestioni monastiche ed espropri napoleonici. Siamo, tra l’altro, in una zona molto bella, sulle colline moreniche a sud del Lago di Garda, ricca di cimeli e monumenti della storia del Risorgimento italiano. L’azienda, dagli anni 50 è di proprietà della famiglia Bonomo. L’ultima generazione è guidata dalla vulcanica e irrefrenabile Marica e da suo marito Dino che hanno impresso un passo diverso all’azienda conservando alcune impostazioni basilari, tra le quali, fondamentale, l’ottimo rapporto qualità prezzo dei propri vini. Monte del Frà produce le principali tipologie della zona a sud del Garda e, da alcuni anni, con l’acquisto di una tenuta a Fumane, anche alcuni vini della Valpolicella tra cui un ottimo Amarone.

Protagonisti del nostro Sabato saranno due vini tra cui il vino simbolo dell’azienda, il Ca’ del Magro.

Il Bianco di Custoza Ca’ del Magro 2016. E’ il bianco con il quale, negli ultimi anni Monte del Frà ha raccolto riconoscimenti in Italia ed all’estero (tra i quali i 3 bicchieri per otto anni consecutivi!): prodotto con un ricco blend di uve locali, con prevalenza di Garganega. E’ un bianco dai profumi fruttati di mela, pera, fiori bianchi ed agrumi maturi. In bocca è morbido e asciutto, di buon corpo e di grande ampiezza aromatica. Finale elegante di frutta matura. Ottimo con tutti i piatti di pesce, anche crudo, è comunque, per il suo equilibrio, un bianco estremamente versatile, perfetto, ad esempio con formaggi cremosi e saporiti.

Valpolicella Classico Superiore Ripasso 2015. Ottenuto con l’80% di Corvina veronese e Corvinone ed il 20% di Rondinella. Le uve vengono raccolte e vinificate in ottobre dopo un breve appassimento. Alla fine dell’inverno vengono introdotte nel vino le bucce dell’Amarone appena pigiato per dar vita ad una seconda, lenta fermentazione. Questo “arricchimento” produce un rosso dagli intensi profumi di ciliegie sotto spirito, marasche, prugne e liquerizia, spezie e sentori di sottobosco, dal sapore asciutto e sapido, armonico e dal lungo finale. Perfetto con carni bianche e rosse, arrosti, stufati. Ottimo con formaggi stagionati.

Come sempre ad accompagnare i vini, alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 24 novembre 2018: 

Bianco di Custoza Ca’ del Magro 2016 € 10,40 invece di € 11,90 

Valpolicella Classico Superiore Ripasso 2015 € 12,70 invece di € 14,50

13

nov 2018

3000 anni di Autoctoni Sardi: La Cantina di Dolianova. Sabato 17 novembre 2018, dalle 11,00 alle 13,00. Degustazione gratuita

Pubblicato da / in News / Nessun commento

Il nome di Dolianova, nella regione chiamata Parteolla, nel sudest della Sardegna, è da sempre legato alla produzione di vini di qualità. In quest’area le prime testimonianze della cultura vinicola sono addirittura millenarie, come raccontano i reperti nuragici (brocche, torchi) ritrovati nella zona.

La Cantina Dolianova è una cooperativa nata nel 1949 per iniziativa di 35 viticultori. Oggi è una delle realtà vitivinicole più importanti della Sardegna con oltre 300 soci, 1.200 ettari di vigne prevalentemente dedicati ai vitigni autoctoni sardi, 4 milioni di bottiglie prodotti, un profilo qualitativo molto alto, come testimoniano gli innumerevoli riconoscimenti attribuiti ai suoi vini da tutte le guide.

I vitigni più tipici della tradizione sarda – Cannonau, Monica, Vermentino, Nuragus, Moscato, Nasco, Barbera sarda – trovano qui l’habitat ideale per offrire le uve che sono alla base dei vini di Dolianova.

Dolianova è da quest’anno entrato a far parte della famiglia delle nostre esclusive e siamo particolarmente orgogliosi, quindi, di presentarvi due dei suoi vini.

Questi i vini in degustazione:

Nuragus di Cagliari Perlas 2017. Dal vitigno omonimo, uno dei più coltivati in Sardegna, di origini molto antiche, probabilmente portato dai navigatori fenici. Colore: giallo paglierino chiaro con riflessi verdognoli. Profumo: fresco e garbatamente fruttato. Sapore: delicato, con piacevole espressione acidula. Ottimo con crostacei, pesci nobili, antipasti e primi piatti, purchè non coperti da condimenti forti.

Isola dei Nuraghi rosso Falconaro 2012. Un blend di vitigni autoctoni rossi. Affinato in barriques per 12 mesi e, successivamente, in vasche di cemento. Colore: rosso rubino intenso con riflessi granato. Profumo: intenso e avvolgente con sentori di sottobosco ben amalgamati alle note di vaniglia della barrique. Sapore: al palato è caldo, vellutato, intenso e persistente. Ideale per arrosti, cacciagione e formaggi dal gusto forte e piccante.

Come sempre ad accompagnare i vini, alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione:

Solo per la giornata di Sabato 17 novembre 2018:

Nuragus di Cagliari Perlas 2017 € 6,60 invece di € 7,70

Isola dei Nuraghi rosso Falconaro 2012 € 16,00 invece di € 18,50

08

nov 2018

Felline: la Puglia autoctona in rosso. Sabato 10 novembre 2018, dalle 11,00 alle 13,00. Degustazione gratuita

Pubblicato da / in News / Nessun commento

Sabato dedicato alla Puglia ed ai suoi rossi autoctoni.

Dal 1994 Gregory Perucci è impegnato nel progetto “Accademia dei Racemi” che, associando inizialmente un gruppo di aziende salentine, tende alla valorizzazione della viticultura di questo angolo di Puglia. Recupero e salvaguardia dei vitigni autoctoni e delle antiche coltivazioni ad alberello, ma nel contempo applicazione delle moderne tecniche di vinificazione per esaltare i profumi in una terra il problema, fino a qualche decennio fa, era proprio quello di conservarli i profumi, visto che si producevano vini dalla grande potenza strutturale ed alcolica, ma dalla scarsa nitidezza aromatica.

Il progetto si è concentrato ora sotto il marchio Felline, dall’omonima frazione del comune di Alliste, in provincia di Lecce, a metà strada fra Gallipoli e Santa Maria di Leuca.

E’ la patria del Primitivo, vitigno dalla infinite potenzialità e che negli ultimi anni sta conquistando l’attenzione degli appassionati di tutto il mondo. Ma il progetto di recupero e valorizzazione non si limita al Primitivo: Negramaro, Fiano Minutolo, Malvasia Nera, Verdeca, Susumaniello, Ottavianello, sono solo alcuni degli autoctoni di questo territorio che sono stati salvati dall’estinzione.

Molti i riconoscimenti ottenuti dai vini del gruppo Felline. Quest’anno grande successo per lo Zinfandel che ha riottenuto i 3 bicchieri del Gambero Rosso. 

Questi i vini che assaggeremo: 

Salento Rosso Alberello 2015. Prodotto con uve Primitivo e Negramaro al 50%, si affina solo in acciaio. Il nome deriva dalla forma di allevamento delle viti. Rosso rubino molto profondo e intenso con sfumature nerastre. Al naso prevalgono i componenti della frutta e un pizzico di spezie. Al palato presenta una struttura tannica soda, piacevolmente equilibrato tra morbido e dolce. Ottimo con salumi, salsicce speziate, formaggi stagionati, pasta al ragù. 

Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa 2016. Zinfandel è il nome che il vitigno Primitivo ha assunto negli Stati Uniti, sicuramente portatovi da emigrati pugliesi. Un omaggio alle migrazioni degli uomini o delle piante. Un rosso premiato, dal colore Rosso granato scuro, ricco, potente, complesso con toni di pepe, cioccolata e ciliegie, in bocca è polposo con una fitta trama tannica ed un finale lunghissimo. Grande rosso da carni importanti, soprattutto agnello e capretto. 

Come sempre ad accompagnare i vini, alcune specialità dal nostro banco gastronomia.

Ti aspettiamo!

Come ogni sabato, in occasione della degustazione, ai partecipanti sarà riservata una promozione eccezionale ed irripetibile sui prodotti in degustazione: 

Solo per la giornata di Sabato 10 novembre 2018:                                             

Salento Rosso Alberello 2015 6,90invece di € 7,90

Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa 2016 14,50invece di € 16,50

Selezionare il social network che si vuole utilizzate

ENOGOURMET

Hello world! Please add at least one Widget in "Appearance → Widgets to Footer Sidebar #2
Hello world! Please add at least one Widget in "Appearance → Widgets to Footer Sidebar #3
Copyright © - Enogourmet - Via Vado del Tufo, 33 03100 Frosinone Tel. 0775 880095 fax 0775 835681 P. iva 02512060605